Fisioterapista Osteopata D.O. della Nazionale Italiana Scherma

FISIOTERAPIAOSTEOPATIAMedicina dello sport

FISIOTERAPIAOSTEOPATIAMedicina dello sport

Dott. Alessandro MocciaFISIOTERAPISTA OSTEOPATA Nazionale Italiana Scherma

FISIOTERAPIAOSTEOPATIAMedicina dello sport

TerapiaONDE D'URTO

Per stimolare e accelerare il processo di guarigione.

TecnicaTAPING

Per il trattamento di disturbi del sistema muscolo scheletrico, disfunzioni del sistema linfatico e circolatorio.

  • Osteopatia

    Terapia manuale finalizzate a ripristinare l'equilibrio omeostatico del corpo considerato nella sua globalità.

  • Fisioterapia

    Prevenzione, cura e riabilitazione di patologie o disfunzioni in ambito muscoloscheletrico, neurologico e viscerale.

  • Medicina dello sport

    Prevenzione e trattamento delle patologie associate all'attività fisica di tipo sportivo.

  • Servizi

    Scopri tutti i servizi offerti da Fisiomoccia.

Servizi in evidenza

OSTEOPATIA

Osteopatia

L'osteopatia è una professione sanitaria (individuata ufficialmente nella legge 3/2018) basata su un approccio integrato e complementare alla medicina tradizionale. Attraverso una valutazione osteopatica, individua la “disfunzione somatica”, espressione dell'alterazione dello stato di salute causato da eventi stressanti esterni o interni all'organismo, come traumi e/o patologie. Solitamente si manifestano principalmente sul sistema muscolo scheletrico con dolore o riduzione di mobilità. L'osteopata, attraverso tecniche specifiche, stimola il ripristino della mobilità fisiologica a livello dei diversi sistemi (circolatorio, respiratorio, fasciale, nervoso, muscolo-scheletrico) che attraverso un'attività sinergica e coordinata, regolano il normale funzionamento dell'organismo.
In letteratura sono presenti molti lavori scientifici che attestano l'efficacia dell'osteopatia come disciplina autonoma, in quanto caratterizzata da un proprio ragionamento clinico, di comprovata efficacia, che permette di identificare la diagnosi osteopatica e la pianificazione del miglior piano terapeutico in funzione di cinque modelli di riferimento per il trattamento osteopatico. Dopo avere definito la diagnosi, il piano terapeutico e il modello di riferimento per il trattamento, l'osteopata considera anche i fattori interni (sociali e affettivi) ed esterni (lavoro, stress, etc.) del paziente, in linea con le ICF, International Classification of Functioning, Disability and Health.

FISIOTERAPIA ECOGUIDATA

Onda d'urto

È il nuovo modo di fare la fisioterapia. Il fisioterapista utilizza l'ecografo per lavorare con più efficacia e sicurezza riuscendo a valutare meglio la condizione clinica del paziente.
L'ecografo permette al fisioterapista di osservare lo stato dei tessuti e il movimento delle strutture, di decidere quale cura sarà più indicata e di essere più preciso durante la somministrazione della terapia, individuando l'esatta zona da trattare. Il paziente sarà in grado di guardare la contrazione dei suoi muscoli per svolgere un esercizio terapeutico più corretto.
La Fisioterapia EcoGuidata consente al fisioterapista e al paziente di controllare di volta in volta lo stato di guarigione e l'efficacia della riabilitazione. I tempi di recupero saranno così più brevi per risolvere le più comuni patologie quali, ad esempio: tendiniti ed epicondiliti, calcificazioni di spalla e disturbi della cuffia dei rotatori, contratture o lesioni muscolari, lombalgie e cervicalgie, distorsioni e dolori articolari, fascite plantare e spine calcaneari, rizoartrosi e tunnel carpale.

ONDA D'URTO

Onda d'urto

La terapia con onde d'urto extracorporee (ESWT) è l'applicazione medica delle onde d'urto. È stato clinicamente testato che le onde di pressione, se applicate ai tessuti lesi, stimolano delle reazioni metaboliche: riduzione del dolore percepito dalle fibre nervose, aumento della circolazione sanguigna nei tessuti molli circostanti, inizio del processo di guarigione innescato dall'attivazione delle cellule staminali.
Vi sono diversi tipi di patologie che possono essere efficacemente trattate con la terapia onde d'urto in ortopedia. Eccone alcuni esempi: tendinopatie della spalla, epicondilite ed epitrocleite, fascite plantare, tallonite o spina calcaneare, tendinite o tendinopatie del tendine d'achille, borsite trocanterica e tendinopatia inserzionale del medio gluteo, altre tendinopatie, ritardi di consolidazione ossea in fratture.

RIABILITAZIONE POSTURALE MéZIèRES

Onda d'urto

È facile confondere il Metodo Mézières con una semplice ginnastica dolce, in realtà si tratta di un lavoro posturale e correttivo impegnativo sia per il paziente che per il terapista sul piano fisico e psicologico.
Il Metodo Mézières, in particolare, è indicato per normalizzare tutti i problemi osteo-muscolo-articolari ed ha come campo di applicazione quello della patologia funzionale: vertebrale (lombalgie, lombo sciatalgie, cervicalgie, cervicobrachialgie, etc.), articolare (periartrite scapolo-omerale, coxartrosi, gonartrosi), muscolare (sindrome degli scaleni, sindrome dello stretto toracico superiore, sindrome dell'angolare), dismorfica (iperlordosi, ipercifosi, ginocchia valghe/vare, piede piatto/cavo).
Viene indicato, inoltre, per gli sportivi per la prevenzione di contratture, stiramenti, strappi, tendiniti e inoltre trova applicazione nell'ambito della medicina preventiva.
Secondo Françoise Mézières, creatrice e studiosa del Metodo, esiste una FORMA normale del corpo alla quale rifarsi e da confrontare con tutte le altre. Essa è quella che rispetta le proporzioni del "numero aureo", usato dagli antiche greci nella scultura del periodo classico, molto caro a Leonardo da Vinci e considerato dalla ideatrice stessa "legge di armonia universale". Secondo la Mézières è infatti la forma a governare la funzione e non il contrario; attraverso un costante miglioramento della forma, della quale la "statua greca" è il canone, ci si avvicina alla forma perfetta.
A partire da questi presupposti tale Metodo ha lo scopo di "curare" la persona cercando di ripristinare la simmetria delle parti con un lavoro di rieducazione di tipo posturale attraverso esercizi che favoriscono l'allungamento dei muscoli privi di elasticità.

TECARTERAPIA

Onda d'urto

Nell'ambito della riabilitazione motoria e della fisioterapia, la tecarterapia rappresenta una soluzione che si avvale di una differenza di potenziale energetico e che viene adottata da molti fisioterapisti. Consiste sostanzialmente in un'attivazione energetica del corpo del soggetto. L'innovazione di questo approccio è data però da una sostanziale differenza: mentre in altre terapie l'energia viene trasferita al paziente dall'esterno, durante la tecarterapia viene stimolata energia direttamente dall'interno del tessuto muscolare. Di solito non si tratta mai di una sola seduta ma di un percorso da iniziare col terapeuta, spesso associato al suggerimento di esecuzione di alcuni esercizi di isometrica e di allunamento muscolare.
Il fine ultimo è quello di attivare i processi antinfiammatori e riparativi naturali di cui il nostro corpo predispone. Ciò permette di ridurre considerevolmente la soglia del dolore nel soggetto, oltre ad accelerare i tempi di recupero della fase riabilitativa. Vengono interessate delle cariche elettriche che sono presenti sotto forma di ioni, all'interno dei tessuti. La stimolazione che se ne ricava lavora a livello cellulare, riattivando la circolazione sanguigna e innalzando considerevolmente il livello di temperatura corporeo. I meccanismi fisiologici di recupero vengono così immediatamente innescati. Il flusso positivo di energia originato aiuta a riparare le lesioni o pulisce dai problemi legati alle infiammazioni o ai versamenti che possono essere successivi a un trauma o a consuetudini posturali sbagliate.

TAPING NEUROMUSCOLARE

Onda d'urto

La tecnica del Taping NeuroMuscolare (TNM), a differenza del taping tradizionale anaelastico ed elastico, si basa sull'agevolazione dei movimenti cutanei e muscolari in modo da ottenere un effetto biomeccanico terapeutico sulle zone trattate. I muscoli rappresentano uno dei bersagli più importanti su cui agisce il TNM, con effetti indiretti sulla circolazione venosa e linfatica e sulla temperatura corporea.
Il nastro che viene utilizzato per il Taping NeuroMuscolare è uno strato di cotone di pochi millimetri di spessore con adesivo acrilico spalmato a onde. La superficie adesiva è protetta da carta removibile; il nastro presenta un'elasticità sovrapponibile a quella cutanea, è elastico solo in lunghezza e resiste all'acqua.
L'applicazione insieme al movimento del corpo produce micromovimenti del nastro che stimolano i recettori cutanei e quelli degli strati sottostanti determinando una risposta muscolare riflessa. Il nastro si applica con vari gradi di tensione che dipendono dall'effetto terapeutico desiderato e la sua speciale struttura ondulata aerata permette la traspirazione locale.
Agendo su cute, muscoli, sistema venoso, sistema linfatico e articolazioni, il TNM raggiunge sei principali obiettivi: alleviare il dolore, normalizzare la tensione muscolare, rimuovere la congestione venosa e linfatica, migliorare la vascolarizzazione sanguigna, correggere l'allineamento articolare, migliorare l'assetto posturale.

Tips

La manipolazione vertebrale è il gesto terapeutico dell'osteopata e del fisioterapista. Se fatta rispettando l'anatomia, la fisiologia e la patologia è assolutamente priva di rischi!

#osteopatia #medicina #sport #fisioterapia

L'osteopatia si basa sulla perfezione del lavoro della Natura. Se tutte le parti del corpo umano sono in ordine stiamo bene. Se non lo sono la conseguenza è la malattia. Quando le parti vengono riaggiustate la malattia lascia il posto alla Salute.

#osteopatia #medicina #sport #salute
Instagram
powered by Roma Virtuale Web Agency